Pietro Giovanni Occhio

Marco Fagioli è ballerino e insegna classico e tecnica punte presso la scuola di danza Les Petits Pas. Scopri il suo profilo professionale.

pIETRO GIOVANNI OCCHIO

Ballerino Corpo di Ballo della Fondazione Arena di Verona / Insegnante Classico e Tecnica Punte


occhio_pietro_giovanni.JPG

Nato a Roma nel 1972 inizia gli studi di tecnica accademica dall’età di 10 anni, proseguendoli presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma (metodo Cecchetti/Vaganova). Si perfezionerà in seguito con maestri quali Zarko Prebil, Clarissa Mucci, Margarita Trayanova, Robert Strajner, Victor Litvinov.

Al termine del proprio percorso di formazione nel 1991 entra a far parte del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma allora diretto da Elisabetta Terabust. Qui parteciperà all’intera programmazione artistica di balletti del Teatro fino a tutto il 1993, ricoprendo spesso ruoli solistici in titoli di balletto tra i quali “Lo Schiaccianoci” (cor. Zarko Prebil), “La Strada” (cor. Mario Pistoni) e ”Zorba il Greco” (cor. Lorca Massine).

Nel periodo che va dal 1991 al maggio del 1994 frequentemente collaborerà con i coreografi Luciano Cannito, allora direttore del Balletto di Napoli con sede a Roma, e Massimo Morricone, e per i quali partecipa a produzioni di balletto rappresentate in tournée in tutta Italia.

Nel marzo del 1994 prende parte al “progetto contemporaneo” del Teatro alla Scala di Milano voluto da l’allora direttrice Elisabetta Terabust per le coreografie di Massimo Morricone nella produzione de “I Canti del Capricorno”.

Nel giugno del 1994 entrerà a far parte del Corpo di Ballo della Fondazione Arena di Verona dove danzerà in pianta stabile ed in qualità di ballerino solista sino al termine della propria carriera di danzatore. Alla Fondazione Arena, oltre a ricoprire ruoli solistici, sarà spesso impegnato anche in ruoli da primo ballerino.

Durante la propria carriera avrà modo di interpretare ruoli nella maggior parte dei titoli del repertorio classico e neoclassico quali ad esempio “Lo Schiaccianoci”, “Romeo e Giulietta”, “Coppelia”, “Giselle”, “Il Lago dei Cigni”, “Don Chischotte”, “Le Corsaire”, “Cenerentola”, “Uccello di Fuoco”, “La Bella Addormentata”, “Sogno di una notte di mezza estate”, “La Bottega Fantastica”, “Carmen”, “La Sagra della Primavera”, “La Vedova Allegra”, “Zorba il Greco” etc., così come in creazioni di coreografi quali George Balanchine, Leonid Mjasin , Michail Fokin, Vaslav Nijinski, Mario Pistoni, Massimo Morricone, Roland Petit, Luc Bouy, Peter Schaufuss, Vittorio Biaggi, Amedeo Amodio, Lorca Massine, Luca Veggetti, Mauro Bigonzetti, Luciano Cannito, Fabrizio Monteverde, Daniel Ezralow, Derek Deane, Paul Chalmer, Robert North, Gheorghe Iancu, Mariagrazia Garofoli, Vladimir Malakhov, Josef Russillo, Renato Zanella, Matteo Levaggi, Mauro De Candia, Mario Piazza, Lorca Massine e Francesco Ventriglia. Con molti di essi collaborerà personalmente e direttamente per la realizzazione e la rappresentazione degli spettacoli.

Durante l’arco della propria carriera avrà modo di danzare al fianco di ballerini di fama internazionale quali anche Carla Fracci, Roberto Bolle, Elisabetta Terabust, Massimo Murru, Josè Carreno, Tamara Rojo, Viviana Durante, Vladimir Vassilev, Raffaele Paganini, Ethan Stiefiel, Darcey Bussel, Eric Vu-An, Irek Mukhamedov, Giuseppe Picone, Eleonora Abbagnato, Friedemann Vogel, Vladimir Malakhov, Alessio Carbone, Alessandro Riga e molti altri ancora.

Nel 2001 sarà assistente per le coreografie di Alessandra Panzavolta nello spettacolo di prosa “Il Viaggio a Venezia” in tournée per tutta l’Italia per la regia di Luca de Fusco con Ugo Pagliai, Paola Gasman e Gaia Aprea.

Da diversi anni si dedica all’insegnamento della tecnica accademica presso scuole di danza professionali.

Attualmente risiede a Verona.